I Feltron Report: scusa, posso raccontarti la storia della mia vita?

Feltron Report

Marco Giannini

Un debutto più azzeccato per questa rubrica non potrebbe esserci: cade proprio in questi giorni il periodo dell’anno in cui un guru mondiale del data design – il newyorchese Nicholas Feltron – ci concede una sbirciata alla sua vita rappresentata attraverso dati raccolti quotidianamente, intere tavole di grafici e numeri che raccontano correlazioni tra cibo, attività sportiva, peso corporeo, ore di tv, posizionamento monitorato col GPS e molto altro; il tutto con una cura specifica alla “esperienza dell’utente” (user’s experience, cioè noi e la nostra attenzione), campo in cui il signor Felton indubbiamente eccelle, tanto da essersi guadagnato negli anni special mentions su New York Times, Wall Street Journal, Wired e Good Magazine. Leggi tutto →

Elementare, semplice, gazpacho da poveri

Ricetta Gazpacho

Elementare, semplice, gazpacho da poveri … Brodosetto. Denso. Sugoso. Molto sugoso.
(Mànuel Vasquez Montalbàn)

Anna Veneruso

Ma dove sono Scipione, Caronte e tutti gli altri anticicloni dai nomi evocativi con cui i meteorologi ci hanno terrorizzato nelle scorse estati? Che fine hanno fatto il caldo torrido e tutti i consigli per la sopravvivenza di anziani e bambini? I supermercati, rifugi a costo zero dal solleone d’agosto, accusano il colpo e non sono più meta di passeggiate refrigeranti. Leggi tutto →

Benvenuti sul Sentiero Digitale.

logo-sentiero-digitale

Sul Sentiero Digitale vorremmo essere sempre da un’altra parte ma questo non ci impedisce di guardarci attorno e cogliere qualche particolare.
C’è differenza tra guardare e vedere e spesso il fatto sfugge via, nel deposito delle cose non approfondite. Nascosto, nella memoria.
C’è un momento in cui forse per un odore, un sapore, un colore, una musica, un sogno, il particolare, il fatto dimenticato ritorna alla coscienza (a volte ci vuole tempo) e torna vivo, colorato, sedimentato. Alla “giusta distanza” come suggeriva il bel film di Carlo Mazzacurati.
Allora e solo allora ne parleremo osservando l’attualità che ci circonda con parole e suoni e tante (troppe?) immagini. Qualche volta con lo sguardo indietro e qualche volta guardando avanti. Leggi tutto →