C’è una logica?

Alessandro Angelo

Dopo 2400 anni, ancora Aristotele?

La locandina del convegno

Dal 23 al 28 Maggio si è tenuto a Salonicco (l’antica Tessalonica) il congresso mondiale su Aristotele , Aristotle 2400 Years: studiosi provenienti da tutto il globo sono giunti in una Grecia martoriata dalla crisi economica per condividere e discutere i frutti della propria ricerca sulla figura di questo pensatore che, forse più di chiunque altro, ha influenzato la cultura occidentale. Leggi tutto →

Volano stracci.

Anna Veneruso

“Il cibo resterà sempre qualcosa che mangiamo per sentirci vivi oltre che per mantenerci in vita”.

(Andrea Segrè – L’oro nel piatto – Einaudi)

Essiccazione, un metodo antico.

L’assalto del cibo parlato, scritto, fotografato e commentato è più aggressivo che mai: la cucina segna il passo. Spirano venti di controtendenza, i grandi chef invocano il ritorno alla tradizione nel timore che il proprio estro creativo possa scivolare nel dimenticatoio, incalzato da librerie, edicole e musei. La parola d’ordine è rigore, ovvero guardiamo con fiducia alle nostre nonne iniziando dal rispetto delle stagioni. E dal rigore all’essiccatore il passo è breve. L’essiccazione è il metodo più antico per conservare gli alimenti e mantenere inalterati il sapore e le caratteristiche nutrizionali dei cibi senza sottoporli a manipolazioni artificiali. Leggi tutto →

Sondaggi da incubo.

Marco Giannini

Sondaggi elettorali e altri malanni sociali.

“Dopo aver saputo dai sondaggi che una persona su due è infedele, si tranquillizzò. sondaggi-marcoSuo marito non la tradiva.”
Guido Rojetti, L’amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Potessimo sapere in anticipo quel che gli altri pensano di noi, faremmo tutti molti meno errori. Ma sappiamo di non potere. Leggi tutto →

Ultimo valzer col record.

Leonardo Samarelli

L’ultimo valzer, The Last Waltz, parafrasando il film concerto di Martin Scorsese sull’ultima esibizione del gruppo The Band. L’associazione non è solo con l’ultima di campionato ma anche con le ultime partite di protagonisti molto amati, Toni, Di Natale, Abbiati, Klose (che però lascia solo l’Italia). Leggi tutto →

La simbolica Rivoluzione di Mercurio.

Alessandro Angelo

Un puntino nero.

A volte capita di trovare sui giornali la notizia di un qualche evento astronomico che, nella maggior parte dei casi, non può essere osservato e non influenzerà minimamente le nostre vite: leggiamo l’articolo, guardiamo le belle foto d’archivio della Nasa ritoccate con Photoshop e, i più sensibili di noi, sospirano verso il cielo chiedendosi perchè anche stavolta non vedranno nulla. In questo caso è toccato al transito di Mercurio: avvenuto il 9 Maggio scorso, l’evento corrisponde al momento in cui il pianeta si interpone fra la Terra e il Sole oscurando una minuscola porzione del disco solare. Leggi tutto →

Cosa c’è dentro il cucchiaio.

Leonardo Samarelli

Luca Toni saluta con il cucchiaio, ci mancheranno i suoi gol da bomber di razza.

Siamo giunti alla 37esima giornata, una settimana alla chiusura della Serie A 2015-2016.

Ultime possibilità.

Fino all’ultimo minuto dell’ultima partita, Napoli e Roma si contenderanno il secondo posto, Carpi e Palermo si giocheranno la salvezza, mentre Sassuolo e Milan hanno ancora in ballo il sesto posto.

Nel posticipo di domenica sera, Luca Toni, ha giocato la sua ultima partita tra i professionisti; palcoscenico non male visto l’avversario, la Juventus. Leggi tutto →

Un’altra prospettiva.

Marco Giannini

Dietro ogni distanza c’è un problema di prospettiva

Escher Altro mondo

Escher Altro mondo

Abituati come siamo a valutare le distanze che ci interessano da vicino – a spanne quando ci muoviamo in casa, oppure a piedi contando i nostri passi quando attraversiamo il circondario – reputiamo che il passaggio alla misura superiore, quella delle città, sia il lavoro per uno specialista, un architetto.

In effetti viviamo in città che corrispondono all’accumulo delle esperienze e delle idee di chi ci ha preceduto, progettate almeno nei centri storici secondi canoni divenuti poi classici: il tentativo di adeguare il mondo all’uomo e viceversa, l’arte di occupare e conformare il paesaggio sono tutti tentativi di maneggiare, cioè progettare, le grandi distanze. Leggi tutto →