Pareggi, Var ed eventuali

Leonardo Samarelli

Juve e Inter non si fanno male, Napoli in crisi d’identità, Roma sprecona, Lazio danneggiata dal Var, risorge il Milan. Tanti pareggi nel 16mo turno di Serie A. Neanche una vittoria per le prime quattro del campionato; l’Inter rimane prima in classifica.

Gazzetta delo Sport di lunedì 11/9

Juventus-Inter

Derby d’Italia che quest’anno valeva la testa della classifica: purtroppo per noi spettatori prevalgono i tatticismi e la paura di perdere di entrambe le squadre, finisce con uno 0-0 che va bene a Spalletti, meno ad Allegri (forse la Juve avrebbe meritato qualcosa di più). Un pareggio che consente ai neroazzurri di non perdere neanche uno scontro diretto fuori casa nel girone d’andata: oltre al pareggio dello Stadium, altro 0-0 a Napoli e la vittoria fondamentale in casa della Roma.

Numeri importanti per l’Inter (unica imbattuta in campionato) che rimane in testa alla classifica a +1 sul Napoli e +2 sulla Juventus: le percentuali per lo scudetto si alzano sensibilmente.

La Juventus dopo la vittoria al San Paolo, voleva battere la squadra di Spalletti e tornare prima in classifica; le fatiche di Champions hanno pesato sull’economia della gara ma visti i risultati delle altre candidate allo scudetto, è un punto prezioso.

Curiosità: stasera l’Inter gioca in casa col Pordenone (5° nel girone B della serie C) una partita storica per i ramarri. Cinquanta pullman di tifosi al seguito. Ottavi di finale di Coppa Italia, traguardo storico per la “squadra simpatia” dopo 97 anni.

Napoli-Fiorentina

Altro 0-0 di giornata che conferma il momento ‘’no’’ del Napoli, in cui è pesata l’assenza di Insigne.

Dopo la sconfitta con la Juve e l’eliminazione dalla Champions, per i partenopei era un’occasione per tornare in vetta alla classifica; adesso invece rischiano di buttare via il grande campionato fatto finora. Mertens e Callejon ai minimi termini.

Compito di Sarri invertire il trend negativo e ridare fiducia a una squadra che sembra non ritrovare le convinzioni di inizio stagione.

Chievo-Roma

Anche qui finisce 0-0, ma il merito è soprattutto di Sorrentino  (qui la parata su Schick) che compie almeno tre parate miracolose. Una partita che la Roma avrebbe meritato di vincere, ma è mancata la giusta cattiveria sottoporta per portare a casa i tre punti; secondo pareggio consecutivo dopo quello di Genova.

dal sito Bloooog!

Lazio-Torino

La Lazio cade in casa 1-3 contro i granata, ma purtroppo di calcio giocato c’è poco da parlare, visto che sono stati l’arbitro Giacomelli e il Var ad indirizzare la partita nel finale del primo tempo.

Un calcio di rigore non fischiato e la seguente espulsione di Immobile per reazione violenta nei confronti di Burdisso (rosso eccessivo, lo stesso difensore ha dichiarato di non essere stato toccato), non permettono alla Lazio di poter provare a vincere la partita, nonostante la reazione nel secondo tempo sia encomiabile.

Una brutta pagina per la nuova tecnologia, pensare che Rizzoli (designatore arbitrale) ne aveva da poco lodato l’efficacia.

Qui il commento di Fabrizio Bocca dal suo Bloooog!

Milan-Bologna

Partita scozzese a San Siro, neve e freddo e Gattuso (che in Scozia ha giocato coi Rangers di Glasgow) sembra a suo agio. Il Milan torna a vincere in casa (non accadeva dal 20 settembre), 2-1 con doppietta di Giacomo Bonaventura, rigenerato dall’arrivo di Gattuso, due gol in tre partite.

Vittoria importante che permette ai rossoneri di portarsi a -3 dalla zona Europa League. In settimana sfida all’Hellas Verona valevole per gli ottavi di finale di Coppa Italia: sarà un altro banco di prova per il neo-allenatore rossonero.

Le Altre

Pareggio rocambolesco tra Cagliari e Sampdoria: da 0-2 per gli ospiti a 2-2 nella ripresa, il tutto nel giro di pochi minuti. Samp che nelle ultime tre partite ha raccolto un solo punto.

Vittoria facile per 2-0 dell’Udinese sul Benevento, la cura Oddo funziona.

Sempre 2-2 nel gelo ferrarese tra Spal e Verona, X che serve poco a entrambe le squadre per la lotta salvezza. Però rimonta finale della Spal, con maglia storica (110 anni del club), che ha evitato la sconfitta in casa.

Prima vittoria per Iachini sulla panchina del Sassuolo: 2-1 contro il Crotone del neo-allenatore Walter Zenga.

Stasera (ore 19) si recupera Genoa-Atalanta rinviata per maltempo

Link utili

Gol collection e highlights da Sky Sport (video)

 

Sorteggi Uefa Champions League

Tutti gli accoppiamenti

JUVENTUS-Tottenham
Basilea-Manchester City
Porto-Liverpool
Siviglia-Manchester United
Real Madrid-Paris Saint Germain
Shakhtar Donetsk-ROMA
Chelsea-Barcellona
Bayern Monaco-Besiktas

Date e orari

La Juventus giocherà la partita d’andata il 13 febbraio all’Allianz Stadium, il ritorno a Wembley ci sarà invece il 7 marzo. La Roma giocherà la settimana seguente sia l’andata che il ritorno: in Ucraina il 21 febbraio, all’Olimpico il 13 marzo.

Sorteggi Europa League

Tutti gli accoppiamenti

Borussia Dortmund-ATALANTA
Nizza-Lokomotiv Mosca
Copenaghen-Atletico Madrid
Spartak Mosca-Athletic Bilbao
Aek Atene-Dinamo Kiev
Celtic-Zenit
NAPOLI-Lipsia
Stella Rossa-Cska Mosca
Lione-Villarreal
Real Sociedad-Salisburgo
Partizan-Viktoria Plzen
Steaua Bucarest-LAZIO
Ludogorets-MILAN
Astana-Sporting Lisbona
Ostersunds-Arsenal
Sporting Braga-Marsiglia

Date e orari

Le sfide dei sedicesimi di finale si giocheranno tutte il 15 e il 22 febbraio, divise come già accade nella fare a gruppi in due fasce orarie, quella delle 19.00 e quella delle 21.05, con orario invertito tra andata e ritorno. L’Atalanta andrà giocherà l’andata in Germania alle 19.00 mentre il ritorno del Mapei Stadium ci sarà alle 21.05, esattamente come il Milan, impegnato alle 19.00 in trasferta contro il Ludogorets e alle 21.05 al Meazza nel ritorno del 22 febbraio. Orari opposti per Lazio e Napoli: andata alle 21.05 (azzurri in casa contro il Lipsia, biancocelesti a Bucarest con lo Steaua), ritorno alle 19.00.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.