La vita segreta del campionato.

Leonardo Samarelli

La vita segreta del campionato non ci era chiara quando la settimana scorsa titolavamo “Juventus, maggioranza e governo” mettendo a paragone le difficoltà emerse dopo le elezioni politiche per costruire una maggioranza sufficiente per governare il Paese e la sicurezza dei bianconeri che invece staccavano sul Napoli. Dopo la 29ma giornata il torneo, contro le previsioni, sembra rivitalizzato, cambiato, ricco di nuovi sviluppi, in testa, in coda e nella lotta salvezza. Guardiamo i numeri che nei giochi contano sempre, come le statistiche e qualche volta tengono conto persino del Dna delle squadre e come diceva lo scrittore spagnolo Javier Marías (in “Selvaggi e Sentimentali, Storie di calcio” ) ogni squadra ha il suo Dna e quel suo essere unica verrà poi sempre fuori nel bene e nel male.

Corriere dello Sport di Domenica

Gazzetta del 19/3/18

È bastato un turno. Una Juve fuori palla pareggia a Ferrara con la Spal e il Napoli strappa un risultato minimo col Genoa. Napoletani di nuovo a -2 e con lo scontro diretto da giocare alla 34ma giornata (22 aprile). Il Napoli è di nuovo padrone del proprio destino come si sente dire ma la Juventus è ai quarti di Champions e il Napoli  ha invece snobbato tutte le coppe per puntare al sodo dello scudetto. In nove partite lo sgambetto lo possono fare tutte le squadre proprio come il destino. Le squadre e il loro Dna dicevamo prima, meglio forse la propria indole o carattere visto che tutte, a prescindere dai giocatori, sono sottoposte ad alti e bassi a volte senza una plausibile spiegazione. L’inter e il Milan ne sono la prova. L’altalena delle milanesi dimostra che prima o poi il peggio o il meglio viene fuori e la stessa cosa si può dire delle romane. Tutte e quattro si giocano due posti nella Champions del prossimo anno. L’inter in ripresa, il Milan di Gattuso in rincorsa clamorosa nel dopo Montella (ora ai quarti di Champions col Siviglia, guarda un po’). La Roma che ha trovato continuità e un portiere all’altezza (Alison, brasiliano) e invece la Lazio in frenata netta con sprazzi irresistibili in Coppa (ai quarti di Champions con vittoria netta a Kiev contro la Dinamo) ma claudicante in campionato (ultima vittoria il 25/2, 0-3 a Sassuolo). Bisogna ricordare che nell’urna La Juve ha trovato il RealMadrid, la Roma il Barcellona e in El la Lazio il Salisburgo, gare che peseranno.

Se guardiamo la classifica in testa questa recita: Juventus 75, Napoli 73 -stacco-  Roma 59, Inter 55, Lazio 54, Milan 50. Non è così semplice da decifrare perché Inter e Milan devono recuperare una partita e la devono giocare tra loro (Derby) il 4 aprile. Un pareggio serve più ai neroazzurri in chiave cittadina ma potrebbe nuocere in chiave qualificazione Champions in quanto la lotta per i due posti la vede in lizza anche con Roma e soprattutto con la Lazio, il Milan spera di inserirsi e disputare la volata e anche lui non sarebbe felice di un pareggio. Sull’argomento partite da recuperare non bisogna sorvolare in nessuna fascia di classifica. Sono altre 12 le squadre che devono recuperare la gara saltata per la morte di Davide Astori e quei tre punti in palio possono cambiare volto alla classifica e molto in coda.

Per non retrocedere, tranquille e Europa League

Il Benevento (da giocare ancora la 27ma) sembra fuori dal gioco con i suoi 10 punti attuali e il Verona che ha perso 0-5 con l’Atalanta (rilanciata in chiave EL) sta messo male a 22 punti (ha una gara da recuperare). Più su a 25 il Crotone (+10 punti sull’altr’anno e una da recuperare) e la Spal a 25 che appare in ripresa (ma non è tra quelle che devono recuperare).  Il Chievo anche lui a 25 punti (ha perso una buona gara col Milan e ne deve recuperare una) ha sopra il Sassuolo a 27 (una da recuperare) che si è scosso vincendo fuori casa ad Udine. Sempre a 27 punti troviamo il Cagliari (una da recuperare) che ha ribaltato in extremis il risultato a Benevento (che ha sempre molta sfortuna). La lotta salvezza si estende sicuramente fino al Genoa (solo un gol subito a Napoli, decisivo) a 30 punti  (deve anch’esso recuperare una gara). Ricordiamo le partite della 27ma giornata non disputate e che saranno giocate il 3 e il 4 aprile:

3 aprile ore 18:30/ Atalanta-Sampdoria -Genoa-Cagliari- Udinese-Fiorentina

4 aprile ore 18:30/ Benevento-Verona – Chievo-Sassuolo – Milan-Inter – Torino-Crotone.

Classifica alla 29ma serie A 2017/18

La classifica non è veritiera se non si tiene conto di questi tre punti che ballano, questa è la vita segreta del campionato. Ora, mentre dai 33 punti dell’Udinese* passando per i 34 del Bologna* e i 36 del Torino* si può parlare di campionato tranquillo e senza aspirazioni, le squadre che si battono per l’Europa League e quindi quinto e sesto posto sono: Fiorentina* in crescita tecnica a 41,  Atalanta* (in formissima) e Sampdoria* (in calo) a 44, Milan* a 50 Lazio a 54 e Inter* a 55. Per quelle con l’asterisco le gare sono 9 e quindi la somma di punti possibili sul pallottoliere fa 27, tanti.  Nulla è precluso e ancora tanto può accadere nelle varie fasce. Questa noiosa spiegazione indica come titoli dei media e discussioni sui social, invettive tra sostenitori comprese, non hanno alcun senso tanto quanto le discussioni politiche sulle varie maggioranze di governo possibili e impossibili in parlamento. Anche qui c’è da “recuperare” e le nuove camere si insediano “solo” il 23 marzo. Dopo il presidente Mattarella dirà la sua. Inutile in politica e in campionato fare previsioni. Si sa però che una pressione, sottile o consistente, può influire a livello psicologico sia in politica che in campionato. Se tanto da influenzare anche i rigidi e gelidi numeri non sappiamo.

Link per vedere (Sky Sport) i gol della giornata

Il Var dal sito Uefa (disegno)

Var

Giornata con tanti episodi, una decina, forse quella più ricca e come al solito non tutto sembra perfetto. Tuttavia l’Italia è all’avanguardia ed è di questi giorni la notizia che il Var sarà presente anche ai Mondiali di Russia dove noi non saremo. Uefa e Fifa continuano a contraddirsi: se il  Video Assistant Referee sarà ai mondiali (Fifa) non è previsto per la prossima Champions e Europa League (Uefa). Qui le ultime sul Var in generale e qui sull’ultima giornata Var.

Nazionale

A proposito c’è la sosta per la Nazionale. Luigi di Biagio si gioca la conferma contro Argentina e Inghilterra il 23 e il 27 aprile. La foto dei convocati su Twitter dall’account della Nazionale Italiana. In bocca al lupo

Convocati Italia

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.