Il Cortile, storie e piatti dal 1929

di Leonardo Samarelli

Ristorante Il Cortile, tradizione e cultura culinaria dal 1929 a Monteverde

La storia

Ristorante tradizionale e di cucina romana, pone le sue fondamenta nel cuore di Monteverde Vecchio nel 1929, per mano di Giovanni Salvi, originario di Amatrice. Tramite il figlio Aldo e il cugino Dario, il ristorante è diventato un punto di riferimento per gli abitanti del quartiere fino ad arrivare ai giorni nostri, dove è sapientemente gestito dal figlio di Aldo, Simone e il nipote Edoardo, per una conduzione familiare che arriva a toccare la quarta generazione. Da questa forte identità familiare alla guida del ristorante, è facile affermare che in cucina il dictat è rivolto alla tradizione che svolge un ruolo cardine nella preparazione dei piatti, ma non è l’unica componente. Negli ultimi anni con Edoardo Salvi, il più giovane della brigata, assistiamo ad una variazione della proposta culinaria, innovativa e incentrata sulla qualità e ricercatezza della materia prima, frutto del suo percorso accademico all’Alma Leggi tutto →

Mitologia dell’Europeo

di Paolo Samarelli

Mitologia dell’Europeo, di questo si è trattato a mio parere e vediamo come si è costruita questa mitologia (retorica ed esagerata) sui media italiani. Questo commento è corredato dai disegni di alcuni gol dell’Europeo 2020 -2021 che ho fatto per un quotidiano italiano. Sull’onda dell’entusiasmo per i successi dei nostri calciatori vittoriosi nella finale dell’Europeo a Wembley contro l’Inghilterra, la squadra di casa. Leggi tutto →

Il minestrone del 1967

di Paolo Samarelli e redazione

Il minestrone del 1967- Tempi di Pandemia e oltre che dei lutti, del vaccino appena arrivato e delle restrizioni cromatiche che cercano di arginare i contatti, delle difficoltà economiche che stanno ridisegnando la mappa del lavoro nel mondo, si parla di cibo sui mezzi di informazione, qualunque essi siano e qualunque immaginate, solidi, liquidi e gassosi. Leggi tutto →

Il tempo e lo spazio di Paolo Rossi

di Paolo Samarelli

Il tempo e lo spazio di Paolo Rossi

5 luglio 1982 ore 21, lunedì, ore 20.45

Nel lungo crepuscolo d’inizio estate Paolo Rossi ha da poco segnato, allo stadio Sarrià di Barcellona, i tre gol che hanno eliminato dal Mondiale 1982 il Brasile che dicevano il più forte di tutti i tempi e mi trovo a Roma nel quartiere semicentraule “Della Vittoria”. È stata una giornata caldissima. Per fortuna inizia a rinfrescare e non saprei dire se ancora soffiava il ponentino a quell’altezza temporale. Leggi tutto →