Se potessi mangiare un’idea.

Anna Veneruso

Una ricetta nasce sempre da un’idea. L’idea di cosa cucinare. Potenzialmente queste idee sono già tutte dentro di noi, dobbiamo solo imparare a trovarle e a tirarle fuori (Massimiliano De Giovanni, Ne parliamo a cena).

52.834 membri. C’è un gruppo Facebook che riscuote grande successo in rete. Si chiama CucinareMale: sfilano foto di creature mostruose uscite dalle cucine degli iscritti al gruppo, anzi dei partecipanti alla terapia di gruppo, visto che le foto e i commenti fanno pensare più ad un outing post fallimento culinario che a veri e propri pasti. Leggi tutto →

Alle fate piacciono le fragole.

Anna Veneruso

La fragola, che cresce sotto l’ortica, rappresenta l’ eccezione più bella alla regola, poiché innocenza e fragranza sono i suoi nomi. Essa è cibo da fate. (William Shakespeare, Enrico V)

Sarà la forma o forse il colore, oppure il fatto che un frutto così dolce e profumato cresce spontaneo nei boschi, tra erba e rovi. Cibo per le fate: sarà per questo che le storie sulla fragola hanno sempre un pizzico di magia. Leggi tutto →

Carpe diem con la vignarola.

Anna Veneruso

Carpe diem con la vignarola

In cucina bisogna cogliere l’attimo. Ogni stagione ha un momento in cui la terra offre il meglio dei suoi frutti. La pienezza della primavera, nel Lazio, si celebra con una pietanza che viene direttamente da una antica tradizione della campagna romana: la vignarola. Leggi tutto →

Il “gelo” sulla rotta delle spezie.

Anna Veneruso

I tuoi germogli sono un giardino di melagrane, con i frutti piu’ squisiti, nardo e zafferano, cannella e cinnamomo, con ogni specie d’alberi da incenso (Cantico dei Cantici)

La rotta delle spezie

Quando ho voglia di cucinare qualcosa di speciale penso alle spezie. Del pepe ho già detto altre volte, un vero e proprio tesoro che per secoli ha mosso l’economia, magico e inarrivabile. Ma non era l’unico: chiodi di garofano, zenzero, noce moscata, zafferano sono stati per tutto il medioevo dei veri e propri status symbol. Leggi tutto →